Nadia Terranova è stata una delle protagoniste del nostro gruppo lettura adulti che l'aveva già letta in passato con "Addio, fantasmi".

L'autrice che vive a Roma ma ha origini siciliane ci riporta nella sua terra, in quel pezzo sottile di mare che separa Messina da Reggio Calabria.

Non solo. Ci guida in un momento storico preciso e terribile: il 28 dicembre 1908 un sisma devasta completamente le due città, radendole al suolo.

Da quella tragedia si salvano due voci, due figure esili e fortissime al tempo stesso e per le quali il terremoto concederà una seconda chance.

A Reggio c'è il piccolo Nicola, a Messina la giovane Barbara. Entrambi vessati dalle loro famiglie, da una madre opprimente e ossessiva il primo, da un padre padrone la seconda, si ritrovano liberi, seppur a carissimo prezzo.

 

La lingua di Nadia Terranova scava tra quelle macerie, tra quei corpi smarriti e assettati all'indomani del disastro, quando ogni geografia visiva è andata persa e bisogna sopravvivere in qualche modo.

Storie diverse che però s'incrociano per un attimo destinato a restare indelebile nelle vite di entrambi.

 

"Trema la notte" è un romanzo di quelli che sanno restarti dentro, ha un'umanità ferina e una verità amara ma reale: da ogni tragedia ci si può reinveintare, da ogni dolore nascono nuove energie e possibilità.

Barbara e Nicola lasciano qualcosa nel cuore dei loro lettori. Con noi è stato così.

 

TREMA LA NOTTE
NADIA TERRANOVA

EINAUDI 2022

ISBN 9788806248901

Trema la notte

€ 16,50Prezzo