Torna in Italia e con una nuova veste grafica una storia che qualcuno forse ricorderà nel catalogo Rizzoli.

"Il vaso di Peng" appartiene alle favole tradizionali cinesi e fin dalle prime parole il lettore è trasportato in un tempo antico pieno di ritualità e saggezza.

Qui un imperatore ormai anziano e alla fine del suo regno sente il bisogno di trovare un successore. Ritenendo inadatti i ministri che lo circondano, decide di chiamare a corte i bambini del regno. Tra i quali c'è anche il piccolo Peng che ama la natura e il suo amico panda che lo accompagna pagina dopo pagina.

Il sovrano consegna a ogni piccolo suddito un seme, chiedendo ad ognuno di prendersene cura e di ripresentarsi un anno dopo per decidere chi sarà l'erede.

 

Per il suo seme Peng sceglie il vaso più bello e inizia un'osservazione attenta condita di piccoli gesti gentili.

Qualcosa, però, non va come lui si aspettava. A differenza dei semi degli altri bambini che sbocciano rigoglioso e vengono mostrati con orgoglio, nel vaso di Peng non cresce nulla.

 

Il bambino è scoraggiato. Sente il peso della sconfitta che sfoga in lacrime dolorose tra le braccia dei genitori perché crede di non potersi presentare a mani vuote dal sovrano.

Ecco che allora arriva un insegnamento prezioso, il dono che questo albo è in grado di regalare.

Peng ha la fortuna di avere accanto due genitori che non solo non sminuiscono la sua frustrazione, ma sono capaci di rammentargli che non conta il risultato.

Vale l'impegno che si è messo in gioco per raggiungerlo!

 

E così il piccolo protagonista arriva al cospetto del suo imperatore. Non ha un fiore o una pianta rigogliosa da mostrare, ma ha il coraggio delle sue parole sincere.

 

I libri, come dico sempre, non devono per forza insegnare qualcosa. Eppure questo riesce a toccare un tema importante e spesso delicato: l'onestà che vince sull'obiettivo da ottenere a ogni costo.

 

IL VASO DI PENG

ILLUSTRAZIONI DI PAOLO PROIETTI

LA MARGHERITA 2022

ISBN 9788865323755

DA 4/5 ANNI

Il vaso di Peng

€ 14,00Prezzo