DANIELE ARISTARCO E MARCO SOMA'

EINAUDI RAGAZZI 2021

ISBN 9788866566601

 

"Una buona storia, si sa, innesca sogni, accende emozioni, ci insegna chi siamo, ci aiuta a diventare quel che vorremmo essere. E accende domande, tante domande, specie se ad ascoltare quella storia è un bambino."

Così comincia il nostro personale viaggio da lettori nell'albo che

Daniele Aristarco

e

marco somà illustratore

dedicano a Dante e alla sua Opera nell'anniversario dei 700 anni dalla sua morte.

Che solo a nominarlo, il celebre poeta fiorentino, ti senti vacillare le gambe e ne avverti un (doveroso) timore reverenziale.

Io credo che qui Daniele abbia scelto l'approccio giusto: ritornare al sé bambino che a 9 anni vede i volumi della Divina Commedia nella libreria di casa e ne sente un irresistibile richiamo.

Perché i versi di Dante, il suo viaggio incredibile dalle viscere infernali fino alla luce del Paradiso, fanno esattamente queste: solleticano la curiosità e sollevano quesiti di portata universale.

Anche noi perdiamo la retta via? Ci capita di sentirci "assonnati"? Perché Dante entra nella selva oscura e, nonostante gli procuri terrore al solo ricordarla, non esista a narrarla ai lettori? Il suo è un viaggio reale? Qual è il volto di Dio?

Colui o colei che prenderà tra le mani questo albo, lo leggerà per se stesso o insieme ai propri figli, non avrà un riassunto della Commedia (come avrebbe voluto chiamarla Dante).

Non lo è affatto.

Il lavoro di Daniele che si accompagna alle magistrali illustrazioni di Somà, il quale offre una sua personale interpretazione di alcuni passi dell'Inferno , del Purgatorio e del Paradiso (compito arduo, eh Marco?), è come una grande cornice che prova a restituirci il senso di tutto.

Perché Dante fa questo: dona quiete e ci indica le forze attraverso le quali guidare la nostra esistenza nel mondo.

Conoscenza e Amore (non a caso è Beatrice a guidare Dante nell'ultimo pezzo del viaggio) sono gli strumenti fondamentali per il nostro cammino e, anche se i tempi (soprattutto questi) ci appaiono confusi e disordinati, il Poeta ci ricorda che l'intero universo è armonico e ogni cosa, anche il dolore e la morte, ha un suo significato.

Infine un invito che accolgo e condivido: se leggerete i versi della Commedia, declamateli ad alta voce. Sarà come vestire un abito elegante e, anche se interi brani risulteranno oscuri, entrerete nel regno dei morti e ne uscirete vivi.

"Questa è una delle magie più potenti che è in grado di operare la Poesia".

La Divina Commedia. Il primo passo nella selva oscura

€ 16,00Prezzo