Non sono pochi i romanzi che parlano della Resistenza, ma di solito si tratta di libri che raccontano i momenti successivi alla scelta di andare controcorrente.

Elisa Castiglioni, pescando nei ricordi della sua famiglia, ci consegna una storia che invece ci dipinge la ribellione nel suo formarsi dentro l'animo di una ragazza.

Di una Giovane Italiana.

Alida Aspesi è, infatti, una figlia del fascismo. La divisa per lei è un'emanazione della sua idenità, partecipa con entusiamo alle adunate del sabato e alle colonie estive.

La sua vita scorre placida e serena nei binari che il Duce ha segnato e voluto per le giovani generazioni.

Ordine, disciplina, rigore sono concetti che ha assimilato fin da piccola e che guidano il suo pensiero e il suo agire.

Fino al momento in cui nella sua vita capita qualcosa.

Dapprima l'amara scoperta che la sua amica Miriam non potrà partecipare alle lezioni del suo liceo. Lei e la sua famiglia sono, infatti, di origine ebraica e, in seguito alle promulgazione delle leggi razziali del 1938, di fatto esclusi dalla vita sociale e politica del paese.

Poi la misteriosa scoperta di Isabella, amatissima zia di Alida e anima libera e indipendente.

La ragazza comincia così a porsi dubbi e domande, a interrogarsi sulle sue azioni e il suo pensiero fino a quel momento.

Inizia per lei un profondo percorso di maturazione e presa di consapevolezza interiore che beneficierà anche della presenze e del supporto del giovane Pietro e del parroco del suo paesino.

Alida scopre che, sotto il quieto vivere dell'obbidienza e del rispetto alle autorità, alcune persone si stanno muovendo in un'altra direzione.

Che non parla di odio, di razza e di esclusione.

E lei, che fino ad allora si era sentita sicura dentro la sua divisa, scopre di avere un'altra pelle e rivela un coraggio che non pensava di possedere.

 

Alida diventa una ribelle. Per amore!

 

LA RAGAZZA CON LO ZAINO VERDE

ELISA CASTIGLIONI
IL CASTORO 2021

ISBN 9788869667770

DA 11 ANNI

 

La ragazza con lo zaino verde

€ 13,50Prezzo